.

Newsletter

La Newsletter consente a chi si iscrive di ricevere gli aggiornamenti che vengono pubblicati nel sito del Comune di Capodrise direttamente nella propria casella di posta elettronica



Login



Home

Sistema di videosorveglianza comunale

Manifesto Novembre 2016

 

AVVISO PUBBLICO L.O.A.

COMUNE DI CAPODRISE

PROVINCIA DI CASERTA

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PRESTATORI D'OPERA DI LAVORO           OCCASIONALE            ACCESSORIO            (L.O.A.)             RETRIBUITI

MEDIANTE VOUCHER (BUONI LAVORO) FINANZIATI DALLA REGIONE CAMPANIA CON I FONDI EUROPEI POR FSE CAMPANIA 2014/2020

 

    SI RENDE NOTO

 

Che la Regione Campania, Dipartimento 54, Direzione Generale 11, U.O.D. 5 – UOD Servizi per il Lavoro -, con Decreto Dirigenziale n. 439 del 04 novembre 2016, ha emanato un avviso pubblico denominato “Interventi rivolti agli Enti Pubblici per l'erogazione di voucher Buoni Lavoro (LOA) con relativi allegati per la presentazione di candidature”.

L’intervento riveste una duplice finalità: oltre a sostenere soggetti in situazioni di disagio economico dipendente dalla crisi occupazionale, permette agli enti pubblici di impiegare temporaneamente sul territorio regionale, risorse lavoro altrimenti inattive, in lavori di pubblica utilità, che non determinano aspettative di accesso agevolato nella pubblica amministrazione, attivabili con procedure semplificate di affidamento nel rispetto dei vincoli previsti dalla normativa vigente in materia;

1.   servizio di monitoraggio sulle strade comunali, finalizzato alla prevenzione del fenomeno del randagismo e sull'esistenza di situazioni di dissesto stradali o di situazioni di insidia e trabocchetto.

2.          lavori di giardinaggio.

3.          lavori in occasione di manifestazioni sportive, culturali o caritatevoli.

4.          lavori di emergenza.

5.          attività lavorative aventi scopo di solidarietà sociale.

 

REQUISITI per partecipare alla selezione:

 

       non essere beneficiari di alcuna indennità di disoccupazione e/o di altro sostegno al reddito;

       essere stato già percettore di ammortizzatori sociali;

       essere residente nel Comune di Capodrise o nei Comuni limitrofi distanti non oltre 30 km dalla sede di svolgimento delle attività lavorative;

       assenza di carichi penali pendenti o condanne passate in giudicato.

 

Si precisa che le prestazioni di lavoro accessorio in argomento saranno attivate unicamente in esito all’accertata approvazione della candidatura del Comune e relativo finanziamento da parte della Regione Campania.

TRATTAMENTO ECONOMICO

La presente attività di natura accessoria non potrà dar luogo a compensi superiori a € 4.000,00 lordi (€ 3.000,00 netti) nel corso di un anno civile (dal 1 gennaio al 31 dicembre).

Il pagamento delle prestazioni orarie di lavoro occasionale accessorio avviene attraverso il meccanismo dei “ buoni lavoro” (VOUCHER), il cui valore nominale lordo è pari a € 10,00, comprensivo della contribuzione a favore della gestione separata INPS (pari al 13%); di quella in favore dell'INAIL per l'assicurazione anti-infortuni (7%) e di un compenso al concessionario (INPS), per la gestione del servizio, pari al 5%. II valore netto del voucher da € 10,00 nominali, cioè il corrispettivo netto della prestazione oraria, in favore del prestatore, è quindi pari a €.

7,50.

Gli importi relativi ai buoni lavoro possono essere riscossi da parte del prestatore di lavoro presso qualsiasi ufficio postale nel territorio nazionale.

I destinatari della misura dovranno rilasciare apposita dichiarazione circa il non avvenuto superamento, nel corso dell’anno civile (dal 1 gennaio al 31 dicembre), per compensi derivanti da lavoro accessorio complessivamente (intendendo più committenti), della soglia di € 7.000,00 (al lordo € 9.333,00).

Si precisa, altresì:

       che lo svolgimento di lavoro accessorio non dà diritto alle prestazioni a sostegno del reddito INPS (disoccupazione, maternità, malattia, assegni famigliari o altra prestazione similare), ma è riconosciuto ai fini contributivi;

   che i beneficiari non acquisiscono alcun diritto a essere assunti in rapporto di lavoro subordinato;

       che la retribuzione, se unico reddito, è esente da ogni imposizione fiscale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato.

CRITERI DI SCELTA

I lavoratori che faranno domanda saranno scelti secondo i seguenti criteri di priorità:

 

        residenza nel Comune di Capodrise

        avere un ISEE più basso;

        numerosità del nucleo familiare in carico.

 

A parità di requisiti verranno applicati i seguenti criteri di precedenza:

1.                  richiedente nel cui nucleo familiare siano presenti soggetti disabili.

2.                  richiedente nel cui nucleo familiare è presente il maggior numero di familiari a carico.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

I lavoratori devono allegare alla domanda per l’accesso al beneficio:

       fotocopia documento di riconoscimento e codice fiscale;

       domanda di manifestazione di interesse redatta unicamente sul modello predisposto e reperibile presso l'Ufficio Servizi SociaLI  del Comune di Capodrise, piazza A.Moro n. 3 o scaricabile dal sito internetwww.comune.capodrise.caserta.it/ ;

       certificazione ISEE 2016;

       certificazione del Centro per l'Impiego di riferimento che attesti il predetto stato del destinatario.

       Fotocopia permesso di soggiorno.

 

Il Comune di Capodrise si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000. In caso di non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, verranno applicate le sanzioni penali previste ai sensi dell’art. 76 del succitato decreto. Il dichiarante decadrà, altresì, dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera e verrà cancellato dalla graduatoria.

I lavoratori interessati in possesso dei requisiti richiesti, possono presentare domanda, dichiarando la propria disponibilità ad effettuare le prestazioni di lavoro occasionale di cui al presente avviso pubblico, utilizzando esclusivamente il modello predetto.  

 

SARANNO ACCOLTE LE DOMANDE PRESENTATE DALLA DATA DI PUBBLICAZIONE DEL PRESENTE AVVISO E NON OLTRE LE ORE 17:00  DI  MARTEDI ’06  DICEMBRE 2016.

 

Tutte le domande pervenute oltre il termine perentorio indicato al punto precedente saranno escluse senza ulteriore comunicazione.

 

L’Ufficio, provvederà ad analizzare da un punto di vista formale le domande (completezza nella compilazione dei dati e degli allegati richiesti), predisponendo tutti gli atti utili alla definizione di una graduatoria degli aventi diritto, che sarà pubblicata sul sito istituzionale dell'Ente www.comune.capodrise.caserta.it/ e trasmessa  unitamente alla documentazione all'Ufficio Regionale preposto.

 

Non sarà data alcuna altra comunicazione ai soggetti interessati, oltre al presente avviso pubblico.

 

  1. OBBLIGHI       E     DOVERI       INERENTI        ALLA      PRESTAZIONE       DI   LAVORO OCCASIONALE ACCESSORI    

 

Il lavoro di tipo accessorio non instaura alcuna tipologia di lavoro subordinato con il Comune di Capodrise  e non dà diritto a prestazioni di malattia, di maternità, di disoccupazione, di assegno nucleo familiare. Non verrà stipulato alcun contratto di lavoro e i soggetti prestatori non maturano ferie, TFR, indennità di trasferta o qualsiasi altro emolumento o indennità. La prestazione deve intendersi totalmente compensata tramite la corresponsione del “buono lavoro” (detto voucher).

La prestazione di lavoro occasionale dovrà essere svolta nel rispetto dei principi di correttezza, buona fede ed ordinaria diligenza. Il prestatore è vincolato al rispetto di ogni normativa in materia di dati personali, di sicurezza sui luoghi di lavoro, di riservatezza e correttezza nei confronti dell’ente committente e dei terzi, rispondendo in proprio di ogni violazione ai predetti obblighi.

In caso di violazioni di dette regole da parte del prestatore nonché in caso di abbandono o di mancato o irregolare svolgimento delle prestazioni lavorative concordate tra le parti, il Responsabile del Settore competente può procedere alla revoca dell'assegnazione dei buoni lavoro al soggetto interessato, interrompendo il relativo servizio e liquidando le competenze spettanti in base al numero di ore fino ad allora prestato.

Ciò comporterà anche l’esclusione dal beneficio.

CHIAMATA IN SERVIZIO

Le chiamate saranno effettuate, in base alle necessità dell’Ente, attingendo all’elenco degli aventi diritto approvato dalla Regione Campania con decreto dirigenziale e pubblicato sul sito del Comune di Capodrise.

Le chiamate avvengono tramite contatto telefonico e l’interessato dovrà esprimere immediatamente la propria disponibilità. In caso di rinuncia si procederà allo scorrimento dell’elenco.

Capodrise ,li 28 novembre 2016

 

L’Assessore alle Politiche Sociali

Dott.ssa Maria Giuseppa Pero

Il SINDACO

Dott. Angelo Crescente

Attachments:
Download this file (domanda partecipazione LOA.docx)domanda partecipazione LOA.docx[ ]16 Kb
 

Verbale della Commissione di Garanti per la raccolta fondi della campagna “Capodrise Solidale”.

Disponibile il verbale della Commissione di Garanti per la raccolta fondi "Capodrise Solidale" nominata con Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale n. 26 del 15/09/2016.

 

Leggi il verbale;

Vedi la ricevuta del bonifico;

 


 

 

Sistema di videosorveglianza sul territorio

Avviso relativo al sistema di videosorveglianza sul territorio cittadino, ai sensi del decreto legislativo del 30/06/2006.

Leggi


 

 

 

Celebrazione del 4 Novembre 2016

La memoria recuperata è premessa imprescindibile per costruire il presente e fondare il futuro.

 

Cari concittadini,

la giornata del 4 novembre che siamo soliti celebrare presso il monumento ai caduti di tutte le guerre, per onorare quanti col sacrificio del proprio sangue hanno reso possibile l’Unità della Nazione, quest’anno assume per la nostra comunità una particolare rilevanza storica che sentiamo doveroso sottolineare, sia pure in maniera sobria: il 70° anniversario della Ricostituzione del Comune di Capodrise.

Nell'anno 1946, dopo circa 18 anni di annessione al Comune di Marcianise, la nostra cittadina riacquistava la propria autonomia amministrativa: <<C'era tutto da fare daccapo, eppure il Comune esisteva>> ebbe a dire l'allora Commissario prefettizio

Dante Delli Paoli.

Tralasciando le liturgie collettive del passato, per non scivolare in languidi ricordi o pallidi esercizi di retorica, occorre evidenziare l’innegabile correlazione politica tra il principio di Unità Nazionale e quello di autonomia locale, che impone alcune brevi riflessioni.

L'Unità di una Nazione è possibile solo quando non sono mortificate le specificità delle singole identità locali; esse ne rappresentano la bellezza, quale si può ammirare in un giardino variegato di fiori, oppure nell’armonia di un corpo le cui membra svolgono funzioni diverse a servizio dell'unità del corpo stesso.

Questo principio elementare, direi quasi naturalistico, è stato completamente soffocato ed immolato sull'altare dell'economia e del tecnicismo.

 La nostra Nazione e l'Europa stessa sono attraversate da due forze contrapposte:

quella centripeta, che impone unioni forzate calate dall'alto prive di qualsiasi visione politica, e quella centrifuga che tende ad allontanare Popoli e Nazioni, alimentata dall'egoismo e dall'indifferenza. L'idea di Nazione, intesa come identità culturale di un popolo, sta cedendo lentamente ed inesorabilmente il passo ai vari rigurgiti di nazionalismi; la paura per il futuro ha messo in fuga perfino la speranza ed è divenuta incubatrice di frammentazioni.

Le ideologie qualunquistiche ed individualistiche di cui siamo imbevuti, fuggendo le responsabilità, hanno prodotto nelle nostre esistenze la frantumazione dei rapporti personali e comunitari, ed hanno riempito il loro vuoto culturale di nauseabondi sapori, ed omologato idiomi urlati privi di un sapere integralmente umano, con l'unico obiettivo della liturgizzazione delle masse.

Lo spettacolo ludico della politica circense a cui siamo costretti ad assistere quotidianamente, oltre a produrre un deficit di cittadinanza ha contributo a rafforzare il declino politico ed economico non solo dell’Italia ma dell’Europa stessa, e ha consegnato alle nuove generazioni, private del futuro e costrette ad abitare un presente sterile, una visione pessimistica della storia. I nostri figli che si affacciano alla vita sociale e politica, attendono da noi una ragione di speranza, un presente che non sia un semplice flusso di accadimenti all’interno di una storicità chiusa su se stessa, un presente che sia aperto alla novità della condivisione e del bene comune.

Lo possiamo realizzare solo recuperando la nostra memoria comunitaria, scevra di ogni retorica, facendo nostri gli ideali più nobili che hanno acceso gli animi delle generazioni che ci hanno preceduto, additando il loro esempio e la loro testimonianza come modello da seguire. Un popolo una comunità, privi di memoria, sono come un albero senza radici, una casa senza fondamenta.

Dopo la stagione dei diritti occorre recuperare la stagione dei doveri, mediante una integrale assunzione di responsabilità, se vogliamo liberarci dalla banalizzazione del quotidiano ed uscire dalle tenebre che ci avvolgono per rivedere la luce; occorre, altresì, che una nuova “fede” umana e temporale, essenzialmente laica, conquisti completamente le nostre coscienze e le nostre intelligenze. Abbiamo bisogno, infine, di un nuovo paradigma culturale e politico capace di superare le dualità laceranti che affliggono la nostra società e rendono le nostre convivenze sempre più liquide; abbiamo bisogno di una nuova carta morale, vero fondamento della democrazia, che mantenga viva concretamente l’unità di popolo, attraverso l'adesione di spiriti liberi che sappiano ritrovare il senso civico e l’orgoglio di servire la propria comunità. Solo declinando questi principi nella nostra vita, sul posto di lavoro, nel nostro gruppo piccolo o grande che sia, saremo fieri di appartenere alla nostra Nazione e degni di essere chiamati uomini liberi.

 

Referendum costituzionale - Istruzioni per l’elettore temporaneamente all'estero

REFERENDUM COSTITUZIONALE  DEL 4 DICEMBRE 2016

Istruzioni per l’ELETTORE TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO per motivi di lavoro, studio o cure mediche che intende votare per corrispondenza

In vista della prossima consultazione referendaria del 4 dicembre 2016, si informa quanto segue.

 

GLI ELETTORI CHE PER MOTIVI DI LAVORO, STUDIO O CURE MEDICHE SI TROVINO TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO per un periodo di almeno TRE MESI, nel quale ricada la data di svolgimento della medesima consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno esercitare il DIRITTO DI VOTO PER CORRISPONDENZA NELLA CIRCOSCRIZIONE ESTEROPREVIA ESPRESSA OPZIONE valida solo per questa consultazione (art. 4-bis della legge n. 459/01 come integrata dalla legge 6 maggio 2015 n. 52).

 

 

COME ESPRIMERE L’OPZIONE: LA COMPILAZIONE DEL MODULO

Gli elettori interessati iscritti nelle liste elettorali del Comune di Capodrise che si trovino o si troveranno nelle condizioni sopraindicate, per esprimere la loro opzione, devono:

1. compilare in ogni sua parte l’apposito modulo allegato in cui devono essere contenute:

  • l’indicazione dell’indirizzo postale estero a cui inviare il plico elettorale
  • la dichiarazione di possesso dei requisiti di cui al comma 1 dell’art. 4-bis della legge n. 459/01 resa ai sensi degli articoli 46 e 47 D.P.R. 445/2000

 

COME FAR PERVENIRE IL MODULO AL COMUNE DI CAPODRISE

Gli elettori potranno far pervenire l’apposito modulo, compilato in ogni sua parte e in carta libera al Comune di Capodrise in uno dei seguenti modi e precisamente tramite:

  1. posta ordinaria al seguente indirizzo : Ufficio Elettorale del Comune di Capodrise , Via F. Giannini Piazza Aldo Moro -  81020 Capodrise (CE)
  2. posta elettronica: demograficicapodrise@libero.it
  3. posta elettronica certificata (pec):  protocollo@pec.comune.capodrise.caserta.it
  4. consegna a mano anche da persona diversa dall’interessato.

 

I TERMINI PER ESPRIMERE L’OPZIONE TRAMITE L’INVIO DEL MODULO:

L’opzione per il voto per corrispondenza deve essere fatta pervenire al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali (con possibilità di revoca entro lo stesso termine).

Il suddetto termine si deve considerare meramente ordinatorio; pertanto i Comuni considereranno validee opzioni pervenute in tempo utile ai fini della loro comunicazione a detto Dicastero entro il trentaduesimo giorno antecedente la votazione (2 novembre).L’opzione può essere formulata e fatta pervenire anche prima dell’indizione delle consultazioni.

 

SCARICA IL MODULO

 

 


 

 

COMUNE DI CAPODRISE

Piazza Aldo Moro, 3

81020 - Capodrise CE

Tel: +39 0823 83 62 00

Fax: +39 0823 82 82 15

Emergenze - Comando PM: +39 338 98 58 093

 

C.F.: 80007410618

P. IVA: 01283770616

pec

p060_1_00

 
calcoloiuc2016
 
1400486073146 IMU-TASI
Hai intenzione di effettuare uno spettacolo musicale nel tuo locale, all'esterno o in spazi pubblici?
Leggi le procedure da seguire e quale documentazione presentare.

 

CAPODRISESIDIFFERENZIA

 

Codice Etico

Orari della biblioteca

LUNEDÌ

dalle ore 9,00 alle ore 12,00

MARTEDÌ

dalle ore 9,00 alle ore 12,00

dalle ore 16,00 alle ore 18,00

MERCOLEDÌ

dalle ore 9,00 alle ore 12,00

GIOVEDÌ

dalle ore 9,00 alle ore 12,00

dalle ore 16,00 alle ore 18,00

VENERDÌ

dalle ore 9,00 alle ore 12,00

Contatore visite


0Visite odierne:3
1Visite ieri:173
2Visite mese corrente:1459
3Visite mese precedente:5147
4Visite anno corrente:40037
5Visite anno precedente:33308
6Visite totali:138166